Come scegliere i costumi di Carnevale per adulti

Il carnevale è una delle feste della tradizione italiana per eccellenza.

Questo giorno, infatti, venne inaugurato come un evento popolare nel quale, per sole ventiquattro ore, chiunque poteva trasformarsi, diventando qualcun’altro.

Questo ribaltamento carnevalesco venne concesso dai signori dell’epoca per placare le proteste popolari, dando anche a loro l’ebrezza di avere una banale e buffa vendetta di breve durata.

Questi eventi erano caratterizzati da satire, scherzi e sberleffi, ma con il passare degli anni, carnevale è diventato sempre più un evento mondano.

E’ stata dimenticata così l’origine della festa, se non per il popolare detto “a carnevale ogni scherzo vale”.

Ad oggi, la scelta più ardua per chiunque voglia partecipare al carnevale, entra in crisi a causa della scelta dei costumi, ed a soffrire particolarmente di questa patologia, sono gli adulti.

 

Infantile, ma non troppo: quando gli anni ’80 vanno di moda

 

Per gli adulti, il ribaltamento carnevalesco più lampante potrebbe essere proprio quello di ritornare bambini, ed ogni infante degli ultimi decenni, sogna di poter essere, per un solo giorno, il proprio supereroe prediletto: da son Goku ad Ash Ketchum, i bambini di oggi trovano nei cartoni animati il proprio, personalissimo, sfogo.

Anche per gli adulti, paradossalmente, la scelta potrebbe rivelarsi azzeccata: dall’Uomo Tigre (come Alessandro Del Piero qualche anno fa al carnevale di Venezia) a Mazinga, passando per Ufo Robot ed Heidi, i cartoon anni ’80 non passano mai di moda, così come i personaggi delle serie Tv.

Sono infatti migliaia, tra le pittoresche strade addobbate a festa, i Fonzie che cercano l’aggangio facile con il giubotto di pelle, od i membri dell’A-Team che cercano la miglior soluzione per rivolvere il più impellente dei loro problemi: come divertirsi?

 

La storia non passa mai di moda

 

idee costume carnevale donnaUn altro must di costumi per adulti sono gli “abiti da rievocazione storica”. Nella festa di carnevale, infatti, chiunque può trasformarsi in Giulio Cesare o Cleopatra.

I due amanti dell’antica Roma sono sicuramente tra i personaggi più gettonati durante la festività del carnevale, ma non bisogna assolutamente dimenticare cavalieri e dame che sfilano lungo i viali variopinti di coriandoli, o il leggendario Re Artù a spasso con Mago Merlino alla ricerca della Spada nella Roccia.

I motivi, ed i costumi, a sfondo storico o fiabesco sono tantissimi e di illimitata scelta, e fanno sempre un’adeguata figura nella tradizionale sfilata.

 

La tradizione non tramonta mai

 

Il vero must per coloro che sono degli abituè delle festose passerelle del carnevale sono le maschere tradizionali veneziane.

Di tutti i colori ed i piumaggi, dalle forme più consuete a quelle più spartane o inusuali, la maschera veneziana farà sempre colpo su tutti coloro che si ritroveranno ad ammirarla durante il corso di questa festa.

Vuoi per la seducente aura che trasuda o per l’alone di mistero che cela il volto dell’oscuro figurante, ma questo travestimento è sempre una garanzia di successo a qualsiasi evento.Il carnevale, come già detto, è la festa del ribaltamento.

Quelli appena forniti sono utilissimi consigli sui travestimenti più comuni o più appariscenti, ma durante questa festività, il vero obiettivo dovrebbe essere apparire per quello che si vuol apparire.

Dunque, la domanda che dovreste porvi durante la scelta del vostro abito è: vi sentite più Marilyn Monroe o Marilyn Manson?

 

Fonte: www.comicstore.it