Come si impara l’inglese velocemene

Imparare l’inglese oggigiorno non è più semplicemente un bisogno facoltativo quanto un’esigenza necessaria in diversi campi della vita di ogni persona.

Esistono però dei metodi, o meglio dei piccoli trucchi per velocizzare l’apprendimento e ottenere risultati in tempi molto più rapidi.

 

Vedere film o serie tv in lingua inglese

 

Quando si è appassionati di un personaggio o di una serie tv, spesso la si guarda più volte.

Si può perciò iniziare a riguardarla in inglese, per poter cogliere subito termini ed espressioni gergali, magari aiutati dai sottotitoli.

Spesso però occorrerà fermarsi qualche minuto o rimandare indietro per catturare espressioni o frasi particolari, ma non bisogna scoraggiarsi, l’ascolto di una pronuncia madrelingua è il primo passo per imparare velocemente le sfumature di ogni accento.

 

Leggere testi in inglese sugli argomenti più disparati

 

Se si possiede un interesse particolare per qualche argomento, è opportuno iniziare a consultare testi in inglese che lo riguardino.

Infatti, leggere qualcosa con cui si ha familiarità negli argomenti stimola il cervello a creare più facilmente le associazioni di termini, favorendo così uno scambio naturale tra i significati della propria lingua madre e i termini in lingua.

 

Cercare i vocaboli nuovi che troviamo nella lettura

 

imparare l inglese da autodidatta

Importante, nello studiare l’inglese da autodidatta, è la ricerca dei vocaboli che non si conoscono.

Molti termini infatti, possono avere più significati (basti pensare al verbo” to play” che può significare giocare o suonare) in base al contesto in cui sono adoperati ed è perciò necessario inquadrarli in base alla circostanza semantica, per utilizzarli in conversazione nella maniera più appropriata.

 

Conversazione 

 

Avendone la possibilità, si deve cercare un’interazione in tempo reale che porti ad un livello superiore l’apprendimento.

In questo senso è utile intrattenere rapporti amichevoli con persone madrelingua che permettono uno scambio culturale di pari livello e portano la conversazione su temi più leggeri e semplici da trattare.

Online esistono ancora gruppi che organizzano e favoriscono la nascita dei Pen Pals, gli amici di penna di un tempo che nella nuova era della tecnologia diventano però virtuali e non più meramente scritti su carta, anche se alcuni inglesi preferiscono ancora l’inchiostro e i francobolli, coltivando questa passione con molto impegno.

 

L’estero

 

Sono molti i paesi in cui la lingua madre è proprio l’inglese e il contatto diretto con la lingua è sempre il metodo migliore per impararla.

Che si parli di America, Australia, Sud Africa, Inghilterra, Irlanda o Scozia per citare solo i più noti, l’importante è sentire la necessità di chiedere un’informazione o entrare in un esercizio commerciale per acquistare qualcosa.

È dimostrato infatti che il bisogno di comunicare abbatte spesso le barriere linguistiche, portando perciò ad un apprendimento più rapido e completo in situazioni di necessità.

 

La grammatica da non sottovalutare

 

La semplicità del sistema linguistico inglese la rende una delle lingue più facili da imparare ma non bisogna mai trascurare l’aspetto grammaticale.

In questo senso è utile esercitarsi con compiti di scrittura e completamento per almeno 3-4 giorni a settimana, riprendendo di volta in volta gli esercizi precedenti per dare continuità e non perdere le conoscenze apprese nelle lezioni passate.