Come funziona una stampante per ricette mediche

stampante ricohLe incombenze a cui deve far fronte un medico durante una tipica giornata in ambulatorio sono davvero tante e tra queste rientra sicuramente quella di stampare le ricette mediche per i propri pazienti. L’ideale sarebbe una stampante in grado di produrre in maniera facile e rapida le ricette di ogni formato.

Uno dei principali problemi infatti, nasce dal fatto che gli ambulatori hanno la necessità di stampare due diversi tipi di ricette: La ricetta rossa e la ricetta bianca. Queste ricette essendo di diverso formato costringono i dottori non correttamente attrezzati a cambiare continuamente la carta nella stampante.

Tenendo conto del fatto che le ricette nell’arco di una giornata possono essere davvero molte, appare chiara l’esigenza di trovare una soluzione a tale problema. Per fortuna oggi esistono sul mercato diverse soluzioni di stampanti che possono assolvere alle esigenze di qualunque studio medico.

Senza dubbio, l’alternativa migliore è rappresentata dalle stampanti B/N laser o a getto d’inchiostro, e dotate di doppio cassetto per la carta. Queste stampanti pensate per ogni genere di esigenza, hanno dimensioni d’ingombro contenute e spesso sono Multifunzione, cioè corredate di fax e scanner. Sul mercato è possibile trovare varie tipologie di stampanti con cassetti di capienze diverse (qui alcuni esempi).

Stampanti: come funzionano

Come detto, il problema più grande è quello di dover sostituire ogni volta la carta in relazione al tipo di ricetta da stampare. Per tale ragione, una stampante con due cassetti rappresenta dunque la soluzione ideale. In buona sostanza, prima di lanciare una stampa, si sceglie il cassetto dal quale verrà prelevata la carta. In questo modo il problema di dover tutte le volte fare attenzione alla tipologia di ricetta è definitivamente risolto. Ovviamente, la scelta deve essere fatta tenendo conto delle reali esigenze e, soprattutto, della media delle ricette che vengono stampate in un giorno. Il funzionamento è semplice: la stampate è dotata di due cassetti che possono contenere fino ad un certo numero di fogli, generalmente 250. Scegliendo l’una o l’altra opzione si ha la possibilità di stampare in totale serenità senza paura di sbagliare e senza perdere tempo.

Collegamento al computer

Per funzionare correttamente la stampate deve essere collegata a un computer. Come è facile intuire, prima di procedere con il collegamento è necessario installare il software utilizzato in ambulatorio. Solo in questo modo, dopo che il medico avrà compilato la ricetta sullo schermo, con solo qualche click potrà inviarla alla stampante.

I software che vengono utilizzati per collegare le stampanti ai PC sono molto intuitivi e decisamente facili da utilizzare. Essi, infatti, sono pensati esclusivamente per agevolare il lavoro dei medici e per rendere più rapida ogni genere di operazione. In buona sostanza, si tratta di un programma che oltre a compilare e stampare le ricette, permette di registrare tutti i dati che vengono forniti dai pazienti e di catalogare le informazioni relative ai farmaci che vengono loro somministrati.  Inoltre, nel software si ha anche la possibilità di annotare le patologie pregresse dei pazienti al fine di poter avere sempre sotto controllo il loro quadro clinico. Tornando alle ricette, i software delle stampanti utilizzano i modelli che vengono emessi dalla Zecca dello Stato e dall’Istituto Poligrafico e per tale ragione sono universali.

La stampante per ricette funziona pressoché allo stesso modo delle altre stampanti e, pertanto, deve essere collegata al pc per poter ricevere l’input di stampa. A tale riguardo, è opportuno tenere conto del fatto che il collegamento può essere effettuato sia tramite cavo sia a mezzo WIFI a patto che entrambi i dispositivi siano in grado di comunicare senza alcun genere di collegamento fisico. Una volta effettuato il collegamento, non resta altro da fare che selezionare la stampante desiderata dal pannello di controllo del PC e procedere con la stampa. Nel caso in cui la stampante non dovesse funzionare, l’unica cosa da fare è procedere nuovamente con il collegamento, possibilmente via cavo al fine di escludere ogni genere di problematica relativa alla connessione WIFI.