Scienza e tecnologia al servizio delle previsioni del tempo

Le previsioni del tempo: dall’osservazione alla misura

L’uomo e le previsioni del tempo, dalle origini ad oggi

La possibilità di prevedere il tempo atmosferico ha sempre attratto l’uomo, sin dalle origini. Contadini e viaggiatori sapevano scrutare il cielo e le nuvole, sentire l’umidità dell’aria e riconoscere il vento che avrebbe portato pioggia da quello che, invece, avrebbe solo inaridito le proprie terre.

Tuttavia, queste previsioni qualitative potevano avere un utilizzo solo nel brevissimo periodo visto che, per potere comprendere l’andamento delle temperature, della pressione e di tutti i parametri che determinano le condizioni atmosferiche sono necessari macchinari complessi e conoscenze approfondite di statistica e matematica.

Le previsioni del tempo, oggi, vengono effettuate soprattutto grazie a strumenti in grado di misurare e porre in relazione tutte le variabili che caratterizzano le condizioni climatiche. Computer e software dedicati, poi, elaborano i dati per dare vita a modelli previsionali, differenti tra di loro soprattutto a seconda delle aree cui vanno applicati.

L’uso della tecnologia, insieme alla conoscenza umana, ha permesso alle previsioni del tempo di diventare, da semplice osservazione, una vera e propria scienza, che si avvale di elementi di matematica e dati scientifici per potere definire l’evoluzione del tempo atmosferico.

previsioni-del-tempo
Tutti gli strumenti delle previsioni del tempo

Dal Cinquecento ad oggi, cos’è cambiato?

Sembrerà strano, ma gli scienziati che si occupano delle previsioni del tempo utilizzano oggi gli stessi strumenti che venivano utilizzati nel Cinquecento, ossia termometri per la misura della temperatura dell’aria, barometri per la valutazione della pressione, pluviometri per la misurazione delle precipitazioni, igrometri per l’umidità dell’aria. Naturalmente, gli strumenti di oggi sono molto più evoluti e precisi di quelli dei secoli passati e permettono misure di dettaglio, continue o ad intervalli di tempo ben definito che, soprattutto, vengono registrate automaticamente da sistemi di computer che immagazzinano tutti i dati per le elaborazioni successive.

Inoltre, quello che è cambiato è la consapevolezza di come effettuare le misure, per cui le previsioni del tempo dei giorni nostri vengono effettuate tramite una rete meteorologica molto fitta, che prevede centri di misura dei parametri atmosferici in ogni città. Infine, per una migliore interpretazione delle variazioni dei dati con l’altezza, oggi le misure di temperatura e pressione vengono effettuate anche in altezza, grazie all’uso di palloni sonda e, soprattutto, di satelliti.

La tecnologia e la comunicazione con gli utenti

Le previsioni del tempo vengono sempre più seguite grazie ai siti web e alle app

La tecnologia viene utilizzata dai meteorologi non solo per le previsioni del tempo, ma anche per la comunicazione. Infatti, gli utenti possono sempre essere aggiornati sulle condizioni meteo grazie a siti web sempre più precisi e con un’interfaccia chiara e comprensibile e soprattutto grazie alle app che permettono di seguire le previsioni in ogni momento dai propri dispositivi mobili.

La possibilità di avere informazioni sul tempo atmosferico a portata di mano facilita l’organizzazione giornaliera e settimanale di moltissime persone, che possono così programmare una trasferta, una giornata al mare o una gita in montagna, oppure decidere di rimandare un barbecue in giardino qualora le previsioni del tempo riportassero periodi di pioggia.

Fonte: Sky Meteo